Relazione sommaria dell'operato del Circolo S. Agape di Chiari dalla sua fondazione, 1882 al 1927

  • Mino Facchetti

Abstract

La Società della Gioventù Cattolica Italiana, primo nucleo di quella che sarà poi l’Azione Cattolica Italiana, viene fondata a Bologna da Mario Fani e da Giovanni Acquaderni nel settembre del 1867 e riceve l’approvazione di Pio IX il 2 maggio 1868 con il breve apostolico Dum filii Belial. Nasce come associazione di difesa dei diritti della S. Sede nei primi anni della questione romana.

In Brescia, il primo “Circolo della Gioventù Cattolica S.S. Faustino e Giovita” è fondato nel 1869. Ne sono promotori don Pietro Capretti, i fratelli Antonio e Felice Rota di Chiari, Lodovico Montini, Girolamo Lorenzi e altri. Il Circolo di Brescia, guidato da don Capretti, diviene in poco tempo uno dei più organizzati ed attivi.

Sull’esempio cittadino, nella provincia bresciana vengono fondate numerose Sezioni del Circolo: quella clarense, costituita nel 1872, viene intitolata a S. Agape.

Mino Facchetti presenta la trascrizione di un manoscritto anonimo che delinea le vicende e l’operato del Circolo di S. Agape di Chiari dalla fondazione sino al 1927.  

Per coloro che sono interessati ad approfondire l’argomento ricordiamo che la Biblioteca Morcelliana conserva il volume “L'azione del circolo S. Agape di Chiari nella grande guerra 1915-1918” di Don Luigi Rivetti. È possibile, inoltre, leggere integralmente il testo on line all’indirizzo http://www.lombardiabeniculturali.it/dolly/, sezione Biblioteca Digitale di LombardiaBeniCulturali.

 

Pubblicato
2018-12-02